La scuola

La scuola

Chi siamo?

Il Festival Sanctae Juliae

Il Festival Sanctae Juliae

Clicca per entrare nel Festival!

Chiedi informazioni

Chiedi informazioni

Inserisci i tuoi dati e sarai ricontattato!

Musica Ritrovata Sanctae Jualiae ha il piacere di invitare gli appassionati di buona musica al concerto del Duo Nuages (per pianoforte a quattro mani con Cristina Donnini e Scilla Lenzi), che si terrà presso i locali della nostra scuola venerdì 1 dicembre, alla ore 21.15, dal titolo: FINCHÈ NON SARÀ MATTINA, che ha dato il nome al loro CD. (Clicca qui... per l'intervista rilasciata a Il Tirreno). 

 STEFANO NANNI (*)
4 Ritratti Deuteragonisti
Ariel
Melanto
Creusa
Juan

DIEGO VALENTE (*)
Teresinha
Ritratto e Rifrazioni

GIACOMO RIGGI (*)
Oro e pietre preziose - Suite fiabesca
Dormilon - Mucoso - Sabio - Timido - Mudito - Grunon - Feliz

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA SCRIVENDO TRAMITE IL MODULO CONTATTI DEL SITO O CONTATTANDO LA SEGRETERIA.

 (*) Dettagli in fondo all'articolo

Duo Nuages - Ospiti della Scuola Musica Ritrovata

Il Duo Nuages è nato nella primavera 2010 in occasione della Rassegna di Musica contemporanea Suoni Inauditi presso l'Istituto di Alta Formazione Musicale “Pietro Mascagni” di Livorno. Le due pianiste, dopo un'intensa preparazione artistica e attività concertistica, sia come soliste che in ensembles cameristici, hanno deciso di condividere la propria esperienza ed espressione musicale, grazie anche al comune gusto per la ricerca eclettica e innovativa.
Attraverso l'approfondimento delle composizioni per pianoforte a quattro mani, il duo affronta un repertorio molto vasto che spazia da Mozart a Piazzolla, passando per i grandi Romantici e gli autori meno conosciuti del Novecento. Il duo si dedica anche allo studio del repertorio destinato al fortepiano e suona sul fortepiano a tavolo firmato: "John Broadwood & Sons/ Makers to his Majesty…Great Pultney Street… London" del 1825. 

Il Duo Nuages ha suscitato l'interesse di compositori italiani che hanno dedicato loro brani, parafrasi e progetti legati alle sperimentazioni musicali contemporanee: del M° Stefano Nanni il Piazzolla Medley; del M° Claudio Vaira il progetto E’ sera ormai. Tra i fiori si spengono rintocchi di campana (Matsuo Basho), interamente ispirato alle risonanze delle campane; del M° Fabio De Sanctis De Benedictis Mon piano l'Oye, che trae la sua origine dal celebre Ma mére l'Oye di Ravel.

Il Duo tiene numerosi recitals per prestigiose associazione e stagioni concertistiche in tutta Italia. Durante il recital inaugurale della Rassegna Concerti della domenica 2012 Auditorium “Cesare Chiti” dell'Istituto AFAM “P. Mascagni” di Livorno, dedicato a Darius Milhaud, il Duo ha eseguito Le Boeuf sur le toit alla presenza del figlio del compositore, celebre pittore contemporaneo, che ha espresso il proprio sentito entusiasmo nei confronti delle due pianiste.
Nel febbraio 2016 è uscito il primo CD del Duo intitolato Ritmi dal Sud America, edito dalle PPG Editions. Nell’ottobre 2016 il CD è andato in onda su Rete Toscana Classica.

Il nome Nuages (Nuvole) è ispirato al primo dei Trois Nocturnes di Claude Debussy, che scrisse la seguente nota introduttiva a questo lavoro orchestrale: “Nuages rende l'aspetto immutabile del cielo e il lento, solenne moto delle nuvole, scomparendo in toni di grigio, leggermente tinte di bianco.” La scelta del nome ha quindi una duplice motivazione: da una parte il comune amore delle due pianiste per la musica del grande compositore francese Claude Debussy e, dall'altra, la vicinanza espressiva del Duo Nuages all'essenza ineffabile e in continuo divenire delle nuvole.

STEFANO NANNI
4 Ritratti Deuteragonisti Ariel, Melanto, Creusa, Juan
In ogni storia, avventura, mito, esiste la figura di un protagonista che identifica il personaggio principale. Esistono però altre figure che risultano sfumate, secondarie, accessorie all’azione: figure deuteragoniste le cui storie parallele si incrociano a volte solo brevemente con quella che abbiamo scelto di seguire, ma che proseguono nascoste al nostro punto di osservazione. La musica di Stefano Nanni dipinge quattro ritratti deuteragonisti: lo spirito dell’aria Ariel (Shakespeare La Tempesta), Melanto, serva di Penelope (Omero Odissea), Creusa, moglie di Enea (mitologia greca) e Juan “Rodrigo de Triana”, marinaio e accompagnatore di Cristoforo Colombo.

DIEGO VALENTE
Teresinha - Ritratto e Rifrazioni
Teresinha de Jesus è il nome della protagonista di uno dei più celebri canti popolari brasiliani. Il testo racconta di una ragazza di campagna che cade per terra ed e aiutata da tre uomini: il padre, il fratello e per ultimo colui al quale darà la mano non solo per rialzarsi ma per concedergli il “si” al matrimonio. Il fatto che questo avvenga in presenza del fratello e del padre di Teresa denota il peso della tradizione presso le famiglie di una volta, specie quelle di campagna. Teresinha è il ritratto della ragazza che, come qualunque altra, ha dei sogni, dei momenti di allegria, tristezza, incertezza, ma soprattutto mantiene viva dentro di sé la speranza di avere un futuro e una vita felice”.

GIACOMO RIGGI
Oro e Pietre Preziose - Suite fiabesca per pianoforte a 4 mani
Chi sono i misteriosi sette personaggi (ancora una volta deuteragonisti, secondari), che si nascondono dietro a sette nomi spagnoli e quale nesso esiste fra questi personaggi e il titolo? All’ascoltatore il compito di svelare l’enigma che trova la sua risposta in una delle più celebri fiabe di tutti i tempi. Il compositore caratterizza ogni personaggio secondo la propria visione, dando ai brani una forma assolutamente libera: una ninnananna per Dormilon; un improvviso frizzante in Mucoso, costellato di sonori starnuti; un carattere austero e medievale per Sabio; un blues losco per Timido; puro romanticismo per Mudito; una marcia brutale e arrabbiata per Grunon, chiara citazione dello stile di Bela Bartok; e un pimpante finale per Feliz in cui sembra di sentire “e vissero per sempre felici e contenti”.

Login

Menu Utente

Cerca nel sito